Salonicco

Indice

Durante il nostro viaggio in Grecia, Nico non ha resistito a visitare Salonicco, la città più famosa per gli amanti del cibo e della street photography. Ma Salonicco è stata un’esperienza ancora più ampia di quanto pensassimo all’inizio e siamo stati contenti delle nostre scelte di viaggio.

Qui vogliamo condividere alcuni consigli pratici che abbiamo appreso durante il nostro viaggio: come arrivare a Salonicco, quali sono le zone della città più adatte per un soggiorno, come muoversi e quali sono i posti migliori dove mangiare.

A Salonicco in treno da Atene

Vista panoramica di Salonicco, catturata al tramonto dal castello di Eptapyrgio.
Vista panoramica su Salonicco

Dopo aver scoperto Atene, abbiamo deciso di viaggiare verso il nord della Grecia. Il tempo a gennaio a Salonicco avrebbe dovuto essere un po’ peggiore rispetto ad Atene (più freddo e più neve), ma Nico ha deciso che anche con le condizioni meteorologiche non ottimali, c’è ancora molto da catturare su pellicola a Salonicco.

Come ottenere il meglio da Atene a Salonicco? Consigliamo un viaggio in treno. Il nostro treno da Atene a Salonicco è partito a un’ora mattutina comoda (senza fretta alle 5 prima dell’alba). Abbiamo potuto acquistare i biglietti direttamente alla stazione ferroviaria di Atene (chiamata stazione di Larrissa) anche mezz’ora prima dell’arrivo del treno. L’unica cosa che ci ha confuso è che i nomi delle destinazioni erano scritti in alfabeto greco, il che ha causato un po’ di stress perché non potevamo essere completamente sicuri di essere sulla piattaforma giusta. Nella nostra esperienza, tuttavia, la confusione non è mai un problema in Grecia, perché i greci sono molto cordiali e capiscono bene i turisti. È bastato chiedere perché un uomo ci mettesse sul treno giusto con il sorriso sulle labbra.

Il viaggio in treno è durato circa 5 ore ed è stata una delle esperienze più straordinarie per noi. Abbiamo attraversato montagne mozzafiato nella Grecia centrale e settentrionale, ammirando la vista, ad esempio, dell’Olimpo, il luogo in cui hanno sede gli dei e le dee della mitologia greca. Abbiamo anche visto molti piccoli villaggi, verdi anche in inverno e, a un certo punto, abbiamo persino costeggiato il Mar Mediterraneo. Quello che poteva sembrare un tempo lungo, con quei panorami, alcuni panini e il caffè greco del bar del treno che abbiamo sorseggiato insieme alla gente del posto, è passato velocemente. In quel periodo dell’anno, sembrava che questo treno fosse utilizzato solo dai greci, dato che non abbiamo visto molti turisti.

Come muoversi a Salonicco

Una foto serale della Torre Bianca di Salonicco e del Teatro Nazionale della Grecia del Nord.
La Torre Bianca di Salonicco e il Teatro Nazionale della Grecia del Nord

Un po’ stanchi, ma deliziati dal panorama, siamo arrivati alla stazione ferroviaria di Salonicco. La nostra pigrizia ci ha spinto a ordinare un Uber, visto che ad Atene ci siamo abituati. Tuttavia, a Salonicco non c’era Uber. A quanto pare eravamo anche troppo lenti per prendere un taxi, visto che il posto per loro era vuoto. Non c’era nessun autobus diretto al centro di Salonicco, quindi abbiamo deciso di raggiungere il nostro appartamento a piedi, visto che distava solo 20 minuti dalla stazione. A parte le pesanti valigie piene di attrezzatura fotografica di Nico, la passeggiata è stata molto piacevole, soprattutto per le piccole e affascinanti strade. È stata un’esperienza preziosa per l’inizio del nostro soggiorno a Salonicco, perché abbiamo scoperto che in pratica è possibile raggiungere a piedi ogni punto cruciale di questa città.

Poiché abbiamo iniziato a camminare il nostro primo giorno qui, abbiamo continuato a farlo per lo più a piedi, in quanto potevamo scoprire più cose della città con questo “mezzo di trasporto”. Solo due volte abbiamo preso un taxi: quando Nico aveva fretta di immortalare il tramonto su Salonicco dal Castello di Eptapyrgio e quando siamo andati all’aeroporto. I taxi sono facili da trovare e abbastanza equi, il che significa che il prezzo è giusto e che gli autisti non hanno imbrogliato. Erano presenti in quasi tutte le piazze, che i greci chiamano “piazza”.

Si supponeva che a Salonicco ci fosse un buon sistema di autobus, in modo da poter andare facilmente da A a B. I biglietti avevano anche un prezzo ragionevole – 1€ per un biglietto da 70 minuti se lo compri in un chiosco, e 1,10€ se lo compri da un distributore automatico alla stazione degli autobus. Tuttavia, dato che siamo rimasti praticamente in centro, alla fine non abbiamo provato gli autobus.

Dove dormire a Salonicco

Immagine diurna della Chiesa di Panagia Chalkeon, situata a Salonicco, in Grecia.
Chiesa di Panagia Chalkeon di Salonicco

Abbiamo alloggiato in un appartamento vicino a Piazza Aristotelous, che doveva essere la parte più vivace di Salonicco, tramite Airbnb. Siamo riusciti a trovare un posto proprio di fronte allo Yahudi Hammami, un bagno di epoca ottomana. L’idea di avere un appartamento in questa zona si è rivelata molto intelligente, non solo per la vicinanza a molte attrazioni turistiche, ma anche per il vicino quartiere Ladadika, famoso per i suoi numerosi ristoranti con piatti deliziosi.

In generale, non è mai una cattiva idea alloggiare nei pressi di Piazza Aristotelous, perché potrai raggiungere facilmente la riva del Mar Mediterraneo con una passeggiata di pochi minuti. Sei vicino alla maggior parte delle attrazioni turistiche, dei negozi e dei ristoranti. Per quanto riguarda quest’ultimo, forse è meglio lasciar perdere le tipiche strade turistiche e dirigersi verso il vicino quartiere di Ladadika, dove si trovano i vari ristoranti, per lo più greci ma non solo.

Meze e panetterie a Salonicco

Foto notturna della Torre Bianca di Salonicco e delle scie luminose lungo Leof. Nikis.
Torre Bianca

Essere in Grecia e non mangiare Meze è quasi un peccato, quindi abbiamo continuato a mangiare solo questi piccoli piatti locali. Come ci ha detto il nostro ospite, non si può mai sbagliare nella scelta di un locale con cucina greca a Salonicco. Per il primo giorno abbiamo scelto “To Full Tou Meze”, un luogo che ricorda un negozio di alimentari. Alle pareti c’erano scaffali con barattoli o prodotti in scatola e i tavoli erano coperti da una stampa che imitava i giornali greci di decenni fa. I camerieri sono stati gentili e sinceri con noi – uno ha persino detto che il nostro ordine poteva essere troppo per due persone… La scelta di Meze di carne e vegetariani era ampia e, alla fine, tutto ciò che abbiamo ordinato era fresco e delizioso.

Abbiamo visitato numerosi locali in questa zona, ordinando sempre meze, e non c’era davvero nulla che potessimo sbagliare, come ha detto il nostro ospite. Oltre a mangiare, a Salonicco abbiamo sperimentato una varietà di cibi di strada, il migliore dei quali è la torta di spinaci, assolutamente da provare se ti trovi in Grecia. La cosa straordinaria di Salonicco sono le panetterie che si trovano quasi ad ogni angolo. A parte le torte salate, che potrebbero sostituire un pranzo in una giornata calda, gli abitanti di questo posto sono dei veri maestri dei dolci! Si dice che l’epoca ottomana abbia lasciato un’impronta sullo stile di cottura in quelle regioni e, vedendo quanti tipi di baklava vendono quei piccoli negozi, ci crediamo. La nostra panetteria preferita è diventata “Terkenlis”, situata vicino a Piazza Arystotelous, dove si vendono deliziose tsoureki (brioche di pane all’uovo intrecciate).

Nel complesso, Salonicco ci ha fatto un’impressione molto positiva. Nonostante il clima più freddo rispetto alla Grecia meridionale, non c’è un periodo sbagliato per visitarla. Tutto in questo posto ci è sembrato così facile: raggiungerlo, muoversi, trovare un buon posto dove stare e un buon posto dove mangiare!

Picture of Daria Trinkhaus

Daria Trinkhaus

Daria Trinkhaus is a writer, who loves to discover the hidden stories behind each and every place she visits.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nico Trinkhaus Ritratto

Nico Trinkhaus
Fotografia