Acropoli di Atene

Indice

Abbiamo lasciato il piacere di scalare l’Acropoli per la fine, come una ciliegina sulla torta. L’ingresso di questa antica città era quasi dietro l’angolo per noi. L’unica cosa che ci ha trattenuto dall’andarci subito dopo il nostro arrivo ad Atene è stata la volontà di aspettare una giornata con molto sole.

Eravamo ben preparati a conoscere il Partenone dopo aver visto un documentario della BBC sulle curiosità di questo luogo e sulla storia della sua ristrutturazione, che risale al 1975 (i cantieri sono ancora lì).

In cima all’Acropoli

Una vista panoramica dell'Acropoli di Atene con il Tempio del Partenone.
Acropoli di Atene

Immagina un luogo in cui puoi vedere tutti i simboli dell’antichità in un unico posto, un’epoca di cui puoi leggere solo nei libri di storia. C’erano: il Teatro di Dioniso, il Partenone, il Tempio di Atena Nike, l’Eretteo e l’Odeon di Erode Attico, uno dei più bei palcoscenici teatrali che abbia mai visto. Il muro antico era uno splendido sfondo per il teatro oggi utilizzato per mostrare vari spettacoli.

Se hai intenzione di recarti all’Acropoli, ti do un consiglio: non andare subito in cima, ma passeggia prima. Volevamo sperimentare il piacere che questo luogo aveva da offrire poco a poco, vedendo prima il panorama della città. La vista è semplicemente stupefacente: puoi vedere l’architettura moderna meticolosamente pianificata che si impone sugli antichi templi. In cima, si poteva vedere chiaramente la collina di Licabetto, che sembra crescere all’interno della città, come un vulcano eternamente verde.

Vista del Tempio di Efesto dalla collina dell'Acropoli di Atene
Vista dall’Acropoli sul Tempio di Efesto

Consiglio di Nico: se vuoi scattare delle foto lì, prendi tutti gli obiettivi che hai. Era contento di avere con sé tutti gli obiettivi da 14 a 200 mm e desiderava avere anche un obiettivo da 400 mm.

La vista dell’Acropoli era accompagnata dalla musica greca suonata da qualche artista di strada. Siamo stati lì a gennaio, il sole splendeva, la temperatura era piacevolmente calda e il posto non era così affollato come pensavamo. Se nel luogo in cui vivi nevica, piove o fa semplicemente freddo, ti consigliamo di visitare gli incredibili artefatti culturali che Atene e l’Acropoli hanno da offrire.

Partenone

Il centro della nostra attenzione all’Acropoli era il Partenone, che abbiamo raggiunto alla fine della nostra passeggiata. Il Partenone era in origine un tempio di Atena, patrona della città e dea greca della conoscenza, dell’artigianato e della “guerra giusta”. È impressionante se si pensa che quasi 2500 anni fa, le persone avevano già la conoscenza di come erigere qualcosa di così perfetto e duraturo senza nemmeno avere il cemento.

Pittoresca vista panoramica della zona di Monastiraki ad Atene, catturata di sera.
Vista sull’Acropoli

Il Partenone fu costruito nelV secolo a.C. Prima era un tempio, poi un edificio del tesoro e infine una chiesa cristiana. Durante la conquista ottomana fu anche una moschea e più tardi, nelXVII secolo, un deposito di polvere da sparo. È in qualche modo ironico pensare che questo edificio possa essere utilizzato per molti scopi, a volte molto diversi tra loro. E ora, in questo contesto, pensare che il nome originale deriva dalla parola greca che significa “appartamento di una donna non sposata”.

Quello che abbiamo trovato interessante nel Partenone è stata anche la serie di illusioni ottiche che dovevano far sembrare il tempio più forte e visivamente perfetto. Ad esempio, il trucco di rendere le colonne doriche curve, in modo che l’intero edificio sembri dritto, o il fatto che le colonne esterne siano più larghe in modo da dare l’impressione della solidità dell’edificio. Purtroppo l’edificio non è ancora stato restaurato nella sua interezza, quindi è stato difficile immortalarlo senza cantieri.

Tuttavia, come già detto, questi trucchi ottici dimostrano la maestria degli antichi architetti e ancora oggi stupiscono migliaia di turisti. Ci sono molti studi sulla storia e sui segreti del Partenone. Abbiamo trovato particolarmente interessante il documentario del National Geographic: https://www.youtube.com/watch?v=c1r2CCgQGSE.

Odeon di Erode Attico sulla collina dell'Acropoli di Atene
Odeon di Erode Attico sulla collina dell’Acropoli di Atene

Cosa significa Acropolis

Si potrebbe dire che si possono trovare antiche rovine in tutta Europa. Si potrebbe anche dire che l’architettura antica è solo pietre imponenti. Tuttavia, c’è un’idea per la quale Acropolis si batte: la democrazia. Si potrebbe anche dire che questo è il luogo in cui sono nate la democrazia moderna e la cultura occidentale. Essendo grandi fan dell’Unione Europea, non potevamo non visitare questo luogo come prima location dell’anno in cui fotografiamo le capitali dell’UE e siamo stati felici di questa esperienza.

Picture of Daria Trinkhaus

Daria Trinkhaus

Daria Trinkhaus is a writer, who loves to discover the hidden stories behind each and every place she visits.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *