Seleziona una pagina

Elefante di Berlengas | Portogallo

Elefante sull'isola di Grande Berlenga al tramonto; Portogallo

Abbiamo avvistato questo “elefante” mentre tornavamo dall’isola di Berlengas a Peniche, in Portogallo. Nonostante stessimo viaggiando in motoscafo a un ritmo vertiginoso (quasi volando sulle onde dell’Atlantico), il capitano dell’imbarcazione ha rallentato in corrispondenza di questa formazione rocciosa e ha permesso a Nico di immortalare l’elefante di Berlengas al tramonto.

 

Le isole Berlengas si trovano a circa 10 chilometri da Peniche, nella regione dell’Oeste del Portogallo. Tuttavia, anche se l’intero arcipelago è composto da 3 isole per un totale di circa 985 ettari, le visite turistiche sono possibili solo su Grande Berlenga. Grande Berlenga è lunga 1,5 chilometri e larga 0,8 chilometri. A causa della superficie così ridotta, il numero di turisti consentito sull’isola è di 350 al giorno. Gli altri due isolotti di Estelas e Farilhões-Forcados sono accessibili solo agli scienziati che studiano la flora e gli uccelli dell’arcipelago di Berlengas.

 

Nel giugno 2011, il Consiglio di coordinamento del Programma Uomo e Biosfera dell’UNESCO ha inserito l’arcipelago di Berlengas nella Rete mondiale delle riserve della biosfera. Non potevamo non condividere questa decisione. La natura di Berlengas è mozzafiato, ma ci ricorda anche come l’uomo dipenda dalle forze della natura. Quel giorno, al tramonto, l’oceano vicino all’Elephant Berlengas era calmo. Il fatto è che nessuna delle isole è abitata in modo permanente. Oggi, a volte, le uniche persone presenti su Grande Berlengas sono gli operatori del faro, che lavorano a turni settimanali. Già nel XVI secolo, i monaci che vivevano nel forte di Berlengas lasciarono l’isola. E i pirati non erano l’unica ragione. Le condizioni climatiche avverse e la distanza dalla terraferma rendevano quasi impossibile la loro permanenza sull’isola.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share this
13.4k