Palazzo presidenziale a Varsavia | Polonia

Siamo abituati a chiamare questo palazzo a Varsavia “The Presidential”, tuttavia, è stato sede dei presidenti polacchi solo dal 1994. Questo più grande palazzo di Varsavia era anche chiamato: Palazzo Koniecpolski, Palazzo Radziwill, Palazzo Lubomirski, Palazzo Namiestnikowski e Consiglio di Palazzo dei Ministri.
 

nobiltà polacca

 
La costruzione di questo edificio in stile barocco iniziò per ordine del Gran Corona Hetman Stanisław Koniecpolski nel 1643. Dopo la sua morte, il palazzo passò di mano in mano dei rappresentanti della nobiltà polacca. Era un luogo di incontri pubblici, feste, balli, spettacoli teatrali e opera. Qui si sono svolte le riunioni della delegazione che prepara il trattato sulla prima spartizione della Polonia. Durante l’insurrezione di Kosciuszko qui si trovava un ospedale militare e il 24 febbraio 1818 si tenne qui il primo concerto pubblico di Frederic Chopin, che all’epoca aveva solo 8 anni.
 
All’inizio del XIX secolo, il palazzo fu acquistato dal governo del Regno di Polonia e fu ricostruito in stile classicista (questo stile prevale fino ad oggi). Sorprendentemente, il palazzo è sopravvissuto alla seconda guerra mondiale in gran parte indistrutto. Tuttavia, la statua del principe Jozef Poniatowski ha sofferto durante questo periodo, una copia della quale è stata collocata di fronte all’edificio solo nel 1965. Fu qui che si svolsero i negoziati della Tavola Rotonda, dopo i quali la Polonia riacquistò la sua indipendenza democratica.
 
È impossibile abbreviare la storia del Palazzo Presidenziale: il suo significato e le sue funzioni erano così importanti per la Polonia che possiamo solo rimandarvi a una lettura più dettagliata della storia di questo edificio. Fu qui che ebbero luogo alcuni degli eventi culturali più importanti per la nazione. Fu anche qui che la Polonia perse e riconquistò la sua indipendenza.
Lisandra Correia

Lisandra Correia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nico Trinkhaus
Photography

Blogger, looking for photos?

You may qualify for a free license