Sun Voyager a Reykjavík | Islanda

Sun Voyager si trova vicino alla strada Sæbraut a Reykjavík. Questa scultura è stata commissionata per commemorare i 200 anni della capitale islandese. Il progetto stesso è stato concepito nel 1986 dall’artista Jón Gunnar, che ha collegato il concetto di Sun Voyager alla storia e alla mitologia degli islandesi.
 

Viaggio nel sole in Islanda

 
Il Sun Voyager era generalmente destinato a rappresentare la promessa di una terra sconosciuta, un sogno di speranza, progresso e libertà. In un’intervista con Þjóðviljinn, Jón Gunnar ha spiegato un po’ la storia della sua scultura e l’ispirazione dalla leggenda sull’origine degli islandesi. Secondo questa descrizione, un giorno sognò le origini delle persone che si stabilirono in Islanda. In questa fantasia, era uno degli intrepidi viaggiatori che arrivarono in Islanda dalla Mongolia centinaia di anni prima della sua nascita. Tuttavia, questa fantasia doveva essere basata sulla storia vera di una tribù che fu inviata da un grande sovrano (Alessandro Magno, per esempio) per scoprire le terre dove sorge il sole e, di conseguenza, si stabilirono in Mongolia. Dopo qualche tempo, però, i discendenti di questi valorosi guerrieri, belle donne e scribi vollero tornare nella loro patria originaria. Così, partirono per le terre dove i tramonti. Dopo aver attraversato montagne, foreste, fiumi e isole, raggiunsero finalmente le rive dell’oceano. I viaggiatori impavidi che speravano di raggiungere il loro luogo di origine costruirono barche e attraversarono l’oceano. È così che hanno raggiunto l’Islanda.
 
Per commemorare questo sogno dei viaggiatori che raggiungono l’Atlantico, Jón Gunnar ha disegnato un progetto per una barca che emerge dal granito con il suo albero che punta al sole al tramonto. Sun Voyager doveva simboleggiare la promessa di una patria sconosciuta.
Lisandra Correia

Lisandra Correia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nico Trinkhaus
Photography

Blogger, looking for photos?

You may qualify for a free license